Anno del Signore...

« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Scegli Regione

Cerca

Spello Featured

Written by  Giovedì, 23 Novembre 2017 21:28
Rate this item
(0 votes)

Sorgendo sulla facciata del monte Subasio adiacente alla più rinomata Assisi, Spello ci grazia della sua vista già dall'arrivo in autostrada, mostrando tutte le sue inequivocabili bellezze architettoniche.



Se Assisi è famosa per aver dato i natali al più importante santo d'Italia, Spello si distingue per le spropositate testimonzianze romane:

dalle mura, ormai ridotte all'osso e successive fondamenta di quelle medievali, allo splendido anfiteatro, le vaste terme, per poi finire con le numerose porte di epoca augustea. Denominata Hispellum in epoca romana, la città ricevette l'appellativo di "Splendidissima colonia Julia" da parte di Giulio Cesare. Come detto in precedenza le mura che la circondano hanno origini antichissime, rinforzate poi nell'Alto Medioevo. Rinforzo che non fu sufficiente durante l'ascesa dei barbari verso Roma, che sottoposero la città di Spello ad una durissima prova condita di distruzione e decadenza. Nel periodo dei ducati rientrò nel Ducato di Spoleto, per poi essere fagocitata insieme a quest'ultimo nelle mani della Santa Chiesa Romana in epoca tardo medievale.

Rimpiangendo l'indipendenza di cui disponeva ai tempi di Roma, Spello decise ben presto di divenire un Comune, titolo che le restituiva quella libertà di promulgare leggi proprie che aveva ormai smarrito da anni. Attualmente è inglobata nella diocesi di Foligno.

Entrare in città è possibile oltrepassando le varie porte che perimetrano il borgo, tutte di epoca romana. La più famosa è sicuramente la porta di Venere, simbolo della città di Spello composta da due splendidi torri laterali dodecagonali. Meritano menzione poi la Porta Consolare, che in passato costituiva la principale via d'accesso alla città, la Porta Urbica, Porta dei Cappuccini e l'arco augusteo.

Percorrendo la via principale che dirama gli abitanti in ogni vicolo del borgo, ci imbatteremo nel Duomo di Spello, la chiesa di Santa Maria Maggiore:

Fu edificata tra il XII e il XIII secolo subendo profonde trasformazioni a livello restaurativo nel 1644. Il campanile accoglie due campanacci del 1400 e 1200, tutt'ora perfettamente funzionanti.

L'interno a navata unica è un significativo gioiello di arte: dagli affresci Bernardino di Betto (meglio conosciuto come il Pinturicchio) che adornano la meravigliosa Cappella Baglioni, il pavimento costituito completamente di maioliche di Deruta, fino ad arrivare ai due affreschi del Perugino del 1500.
Infine, una parte del duomo è stata adibita a museo ospitando opere di orificeria e sculture lignee medievali.

Altro monumento cardine del borgo è indubbiamente l'anfiteatro romano del I secolo d.C. situato sulla via diretta ad Assisi e inserito in un ramificato complesso monumentale prevalentemente sacro.
Caratterizzato da un diametro di quasi 60 metri, si suppone comprendesse due ordini di gradinate più un podium, ossia un canale designato al deflusso dell'acqua piovana lontano dalle gradinate.

Perdersi nelle accoglienti botteghe eno-gastronomiche di Spello è assolutamente facile: le tavole imbandite di prodotti di alta norcineria attireranno immancabilmente le vostre papille gustative, in aggiunta ad una cordialità e simpatia fuori dal comune. Da provare assolutamente il tartufo, venduto come prodotto naturale in graziose confetture o in aggiunta a salumi locali.

Galleria di Spello:



Mappa di Spello:

Read 104 times Last modified on Sabato, 25 Novembre 2017 01:30
More in this category: « Assisi Corciano »