Anno del Signore...

« May 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Scegli Regione

Cerca

Roccantica Featured

Written by  Mercoledì, 09 Novembre 2011 20:22
Rate this item
(1 Vote)

Roccantica è un piccolissimo borgo dell’alto Lazio, situato sui monti Sabini ad un’altezza di 457 metri sopra il livello del mare. Essendo un borgo prettamente storico, non è raggiungibile in automobile, per cui consiglio tutti quanti di parcheggiare fin dove è possibile arrivare.



Una volta terminata la ripida salita che porta all’entrata, Roccantica si presenta come il piu’ classico dei borghi arroccati, costituita fondamentalmente da gradoni che danno la possibilità di proseguire all’interno di essa.

La storia più vicina e importante di Roccantica ci porta al I secolo dopo Cristo, anno 840 del signore, dove a causa dell’avanzata dei saraceni, il borgo fu fortificato di mura prendendo il nome di Rocca De Antiquo. Nella lotta per il papato da parte di Nicolò II e Benedetto X, Rocca de Antiquo si schierò con il primo di questi, suscitando l’ira dei sostenitori di Benedetto X, detti anche Crescenzi. Personaggio di alto spicco in questa vicenda fu Roberto d’Altavilla,denominato anche “il Guiscardo”, personaggio fedele a Nicolò II che libero’ la rocca dai Crescenzi sancendo quindi la conquista della santità del suo fidato. Roberto e i suoi 11 compagni formavano la schiera dei 12 roccolani, che vennero premiati da papa Nicolò II con privilegi a nessuno concessi. Dopo tale vicenda, Rocca de Antiquo ebbe il favore di altri papi, che esclusero quest’ultima da punizioni oggettive di territorio, tasse e altri oneri.

Tale evento, considerato dagli abitanti di Roccantica come il più importante della loro storia, viene rappresentato ogni anno durante la “Festa del Medioevo”, in cui il borgo torna ad essere quello dell’epoca con stemmi, vestiti e musica a tema. Festa che trova il suo momento più caldo durante la rappresentazione della battaglia del Guiscardo, interpretata da persone reali in abiti antichi e visibile da cittadini e non.

 E’ inoltre possibile trovarvi al suo interno monumenti di considerevole valore storico, come la chiesa di San Valentino e quella di Santa Caterina d’Alessandria, quest’ultima avente al suo interno alcuni affreschi di rilievo del XIV secolo di Pietro Coliberti da Priverno. Parlando di gastronomia, Roccantica è un borgo piccolissimo e in quanto tale la scelta è irrisoria, quasi inesistente. Consiglio in ogni caso di visitarla nel periodo della Festa del Medioevo, in cui vengono aperti dei tendoni ai lati dei gradoni in cui è possibile assaporare alcuni piatti della casa.

Galleria di Roccantica:

Mappa di Roccantica:

Read 251 times Last modified on Martedì, 21 Novembre 2017 21:01
More in this category: « Nepi Tarquinia »