Anno del Signore...

« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Scegli Regione

Cerca

Celano Featured

Written by  Sabato, 25 Novembre 2017 10:56
Rate this item
(0 votes)

Nei territori della Marsica, nello splendido circondario di borghi che caratterizza L’Aquila, troviamo Celano, cittadina relativamente moderna che “nasconde” (si fa per dire) un gioiello d’arte e di storia: il Castello Piccolomini. 



La data di iniziazione dei lavori è il 1223 ad opera di Federico II di Svevia, nell’intento di fortificare l’area durante lo scontro con Tommaso conte di Celano. La costruzione iniziale fu meno curata e dettagliata rispetto a quello che poi divenne il castello vero e proprio: materiali scadenti e legno furono le scelte azzardate che lasciarono poi posto a quello che attualmente costituisce il castello, pietre e marmi in grado di difendere l’esercito. L’opera fu commissionata al conte di Celano Pietro Berardi, ma già decenni prima fu iniziata dal padre e dal nonno di quest’ultimo. Possiamo quindi affermare che Castello Piccolomini è la realizzazione di un’opera tramandata di generazione in generazione, avente come creatore lo stesso cognome negli anni. La realizzazione fu lenta e macchinosa terminata solo nel 1397, in un laborioso risultato finale che vedeva la fortificazione costituita da cinte murarie molto spesse ed enormi torri di avvistamento agli angoli.

L’edificio ha pianta rettangolare con quattro torri quadrate agli angoli, arricchite da una merlatura di tipo ghibellino; l’ultimo piano presenta finestre di vario genere: bifore archiacute, trifore ed alcune finestre architravate rinascimentali.

Al centro del cortile interno un pozzo, una volta architravato, dava in passato l’opportunità di raccogliere l’acqua piovana attraverso la cisterna sottostante. Sul loggiato del piano nobile si affaccia il pregevole portale della cappella di S. Andrea (XV sec.) che reca lo stemma della famiglia Piccolomini.

Il monumento è sede del Museo d’Arte Sacra della Marsica e della Collezione Torlonia di Antichità del Fucino.

Il Museo è situato nel piano nobile, in 12 stanze articolate in varie sezioni: scultura, pittura, oreficeria e paramenti sacri. Di notevole pregio le ante lignee del XII secolo provenienti dalla Chiesa di S. Maria in Cellis di Carsoli e dalla Chiesa di S. Pietro in Alba Fucens; il trittico di Alba Fucens (XIV sec.), prezioso lavoro di pittura, scultura ed oreficeria; lo splendido dipinto del XV secolo raffigurante “La Vergine”, realizzato da Andrea De Litio; la Croce Orsini , datata 1334; la stauroteca del XIII secolo, prezioso esempio di arte bizantina.

 

Galleria di Celano:



Mappa di Celano:

Read 111 times Last modified on Sabato, 25 Novembre 2017 10:57
More in this category: « Rocca Calascio