Anno del Signore...

« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Scegli Regione

Cerca

Alba Fucens Featured

Written by  Sabato, 25 Novembre 2017 10:49
Rate this item
(0 votes)

L’antichissimo sito archeologico di Alba Fucens, è situato ai piedi del Monte Velino, ad 1 km di altezza e a 7 km dalla città di Avezzano. Le origini del nome Alba, di estrema diffusione nel mondo latino, ha ricorrenza indoeuropea e significa “altura”. 



Al giorno d’oggi invece, si presume che il nome del sito faccia riferimento ad Albalonga, metropoli latina. Per quanto riguarda la seconda parte del nome, Fucens, si rifà al lago Fucino situato nei pressi della cittadina. La sua ridente antichità le ha permesso di vivere in prima persona tutte le ere di Roma, sin dal 303 a.C, dall’Era Imperiale a quella Repubblicana, fungendo da luogo di transito, torre di vedetta e persino da prigione.

Il suo lento declino fu rilevato solo nel III secolo d.C., a causa del prosciugamento del lago Fucino e di eventi sismici considerevoli che ne conseguirono l’abbandono urbano. Fu infine distrutta e saccheggiata in virtù delle invasioni barbariche.

Durante il dopoguerra furono avviati gli scavi che permisero di dissotterrare un patrimonio di immenso valore. Una basilica, un forum, un anfiteatro e persino un macello furono rinvenuti dalle viscere della terra, formando un perfetto scheletro di quella che migliaia di anni fa era un ridente punto di ritrovo e di commercio.

Non essendo possibile entrarvi, vi ho proposto delle fotografie effettuate dai punti di osservazione, situati al lati dello scavo. Aldilà del fiabesco sito archeologico che contraddistingue la cittadina (riconosciuta infatti più come sito archeologico che come borgo), nella parte alta di Alba Fucens avrete l’opportunità di osservare un altro reperto storico di pregevole valore, lasciato purtroppo a se stesso e in balìa delle intemperie naturali: le rovine di palazzo Orsini-Colonna.

Alba infatti è divisa in due scaglioni, quella romana e quella medievale, che vede ai piedi del borgo il sito archeologico, e nella parte alta il palazzo più moderno dei signori romani. Il degradante e vergognoso stato in cui viene mantenuto questo splendido palazzo è l’ennesima dimostrazione di quanto il nostro paese si adagi sugli allori dei suoi 49 siti Unesco, tralasciando e trascurando tutto ciò che sembra superfluo ma al contempo importante.

Di questa residenza si sa ben poco, difatti solo alcuni residenti del luogo sanno dare indicazioni seppur poco dettagliate della sua storia. La sua sontuosità decadente in ogni caso fa di tutto per non passare inosservata, regalando un immaginario antico di splendore ed imponenza.

 

Galleria di Alba Fucens:



Mappa di Alba Fucens:

Read 99 times Last modified on Sabato, 25 Novembre 2017 10:50